Cerca
Close this search box.
cosa mangiare e cosa non mangiare durante l'allattamento

Cosa mangiare e cosa non mangiare durante l’allattamento

Quanto è importante mangiare sano durante l’allattamento?

Mangiare sano durante l’allattamento fa bene sia alle mamme che ai bambini allattati al seno.
Ma quali sono i cibi migliori da mangiare durante l’allattamento?
Una dieta sana dovrebbe includere molto calcio, ferro, potassio e vitamine A e D.Le madri che allattano dovrebbero sforzarsi di assumere tali nutrienti attraverso una varietà di alimenti, poiché è utile esporre i bambini a sapori diversi.

Cosa mangiare durante l’allattamento

Le madri che allattano dovrebbero mangiare sia il giusto numero di calorie che i cibi corretti.
Le mamme che allattano in genere hanno bisogno di 450-500 calorie in più al giorno per sostenere il proprio corpo.
Se state cercando di perdere peso dopo la gravidanza, potrebbe non essere necessario aumentare l’apporto calorico, ma è qualcosa di cui dovreste discutere con il vostro medico curante e anche con il pediatra.

Per quanto riguarda i cibi buoni da mangiare durante l’allattamento, ecco alcuni tipi di alimenti e nutrienti che dovresti includere nella tua dieta:

  • Proteine
    Le proteine ​​sono una componente importante della dieta per l’allattamento al seno.
    La maggior parte delle mamme ha bisogno di 25 grammi di proteine ​​in più ogni giorno. Buone fonti di proteine ​​includono carne magra di manzo e maiale, fagioli, piselli, noci e semi.
  • Verdure
    Un buon obiettivo per le mamme che allattano è consumare circa 700-750g di verdura al giorno. Le verdure sono ricche di sostanze nutritive, vitamine e antiossidanti. Alcune buone opzioni includono carote, pomodori, spinaci, peperoni rossi, cavoli e patate dolci.
  • Latticini
    Consumare molti latticini può aiutare a reintegrare il calcio che la gravidanza e l’allattamento al seno possono estrarre dalle ossa. Le mamme dovrebbero assumere dai 500g ai 700 g di latticini al giorno.
    Questo può includere latte, formaggio e yogurt, ma bisogna considerare anche eventuali intolleranze e possibili sostituzioni.
  • Cereali
    Per la quota principale di carboidrati non possono mancare i cereali in particolare quelli integrali che forniscono alle mamme che allattano molti nutrienti importanti. Riso, pane, pasta e farina d’avena sono buone fonti.Prediligete i grani antichi e cercate di ridurre il glutine che ha un’alta componente infiammatoria (soprattutto nelle farine particolarmente raffinate).
    Andrebbero integrati e suddivisi nei pasti principali, cercando di variare il più possibile la fonte (ad esempio cereali di avena la mattina, pasta di grano saraceno per pranzo e riso integrale la sera).
  • Frutta
    Non solo i frutti sono ricchi di sostanze nutritive tra cui vitamina A, vitamina C e potassio, ma possono aiutare ad alleviare la stitichezza, che alcune donne sperimentano dopo il parto. Si consiglia di consumare la frutta, tra cui banane, arance, pompelmi, albicocche, melone, mango e prugne, nelle prime ore della giornata.
    Eventuali gonfiori possono essere ovviati facendo cuocere in padella o in forno la frutta scelta, rendendola così più digeribile.
  • Acqua
    Sebbene l’acqua non sia necessariamente un alimento, assumerne abbastanza è importante. Bere 12 bicchieri d’acqua al giorno è un buon obiettivo.

Cosa non mangiare durante l’allattamento

Sebbene le madri che allattano possano e debbano godere di una grande varietà nella loro dieta, ci sono alcuni alimenti da evitare durante l’allattamento.
Quindi è importante sapere cosa mangiare e cosa non mangiare durante l’allattamento.

Gli alimenti da cui stare lontano (o comunque da limitare) durante l’allattamento includono:

  • Caffè e tè
    Parte della caffeina contenuta nel caffè e nel tè che bevete finirà nel latte materno e potrebbe rendere più difficile il sonno del vostro bambino.
    Può anche rendere più difficile per voi fare un pisolino mentre il vostro bambino sta riposando o dormire durante la notte.
    Va quindi limitata, una tazzina di caffè al giorno magari la mattina è un giusto compromesso.
  • Cavoli, broccoli e altri alimenti “gassosi”
    Se un particolare alimento vi dà gas e gonfiore nella pancia, può produrre la stessa reazione nel vostro bambino. In questi primi tempi tra l’altro molto spesso i neonati sono naturalmente “pieni di gas” e quindi consumare questi alimenti durante l’allattamento possono metterli particolarmente a disagio e acuire il problema.
  • Pesce
    Alcuni tipi di pesce, come lo sgombro e il pesce spada, hanno livelli più elevati di mercurio, che possono essere presenti nel latte materno. Se avete intenzione di mangiare pesce, dovreste consumarne altri tipi, come la tilapia e la trota, che hanno livelli di mercurio più bassi e mangiare non più di sei once di pesce due volte a settimana.
  • Cioccolato
    Ahimè anche il cioccolato non è un alimento amico dell’allattamento: non va demonizzato ma limitato e non bisogna abusarne.
    Perché? Non tutti sanno ma anche il cioccolato contiene caffeina (da evitare per i motivi elencati poco più sopra) e inoltre potrebbe avere un effetto lassativo sui bambini.
  • Aglio
    Il latte materno riflette i sapori dei cibi che hai mangiato e a molti bambini non piace il sapore dell’aglio perché può essere sgradevole. In alcuni casi, ciò potrebbe indurli a rifiutarsi di allattare
  • Menta piperita, salvia e prezzemolo
    Queste erbe possono avere un impatto negativo sulla produzione di latte.
    È meglio ridurre al minimo il consumo, soprattutto se avete qualche indicazione che il vostro bambino non riceve abbastanza latte materno durante l’allattamento.

La risposta ad altre domande come “Posso mangiare cibi piccanti durante l’allattamento?”, dipenderà da come reagisce il vostro bambino quando lo fate. Ma con un po’ di sperimentazione e osservazione, capirete rapidamente cosa funziona e cosa no e quindi cosa è meglio limitare e cosa invece assumere senza problemi.

Condividi:

Altri Articoli

Carrello della spesa0
Non ci sono prodotti nel carrello!
Continua lo shopping